Domenica 29 settembre 2019 – Sono andato a Cremona, capitale mondiale della liuteria, città di Monteverdi e Ponchielli che ha visto all’opera Antonio Stradivari, Amati, Guarneri. Ci sono andato orgoglioso di essere italiano, dell’Italia che ancora si permette il lusso di voler primeggiare in un campo come quello segnato nientepopodimeno che dagli strumenti ad arco. I nostri ragazzi che vanno a scuola, i nostri studenti, sarà bene che conoscano Dante e Petrarca, Garibaldi e Mazzini, la matematica, la geografia ma che sappiano anche che è stata l’Italia a dare al mondo il violino, uno strumento così importante. Anche questa è cultura e deve diventare cultura scolastica. Amiamola, questa Italia perché tanto ha dato alla cultura e all’arte nel mondo; amiamola ma incoraggiamo e potenziamo tutte le iniziative meritorie che camminano su questo crinale.

Pin It on Pinterest

Share This